lunedì 31 gennaio 2011

La nave delle spose di Marella Ferrera- COLLEZIONE ALTA MODA PE 2011

Proprio di fronte a Manhattan c’è Ellis Island, l’Isola delle Lacrime, la prima tappa per oltre quindici milioni di emigranti che partivano dalle loro terre di origine sperando di stabilirsi negli Stati Uniti…divenne famosa dalla fine dell’800…
Negli anni ‘20 una nave si stacca dalla terra arcaica, da una Sicilia ferita… come i cuori di chi abbandona il vecchiomondo, le origini, le tradizioni…tutto in una “trùscia” o in una valigia di cartone… per un nuovomondo, il mondo che verrà…una nave carica di donne e bambine, spose per procura…
Su quella “Nave delle Spose” l’abito si racconta come un taccuino di ricordi…foto, frasi, parole dure come pietre…pensieri fluidi come il mare… si tessono filamenti di vita, speranze, luci e sogni.
Materia che si fonde, si mescola, si bacia, s’incontra come in un abbraccio o in una preghiera.
Su corpi nudi, intrecci di fili, reti, filet, spaghi e makramè; passato e futuro in foto incastonate come cammei su tagli al laser o stampate in morbide sete.
Foto in bianco e nero, ecrù e seppia come ricordi sbiaditi…













“…ho ricamato i miei ricordi, li ho vissuti pezzo su pezzo, li ho intagliati come fossero una tela, li ho scuciti per ricomporli ancora…ed ora, indosso il mio abito: il mio abito da sposa…”




martedì 25 gennaio 2011

Evento della settimana- Mostra Sant’Aituzza” di Parrinello, viaggio fotografico in bianco e nero per la “piccola” Agata

Mostra: dal 31 Gennaio al 20 Febbraio- Location Palazzo Platamone di Via Vittorio Emanuele, 121 CATANIA


Bianco e nero. Come i palazzi del centro storico di Catania, come la porta Garibaldi che a ovest della città sigla ogni giorno l’arancio dei tramonti etnei, come l’abito dei devoti di Sant’Agata, la patrona della città ai piedi dell’Etna celebrata ogni anno in febbraio da una grande festa popolare, un rito collettivo e trasversale per centinaia di migliaia di persone.


Bianco e nero, su pellicola, è il linguaggio scelto dal fotoreporter Antonio Parrinello per la mostra, organizzata in collaborazione con l’Assessorato Comunale alla Cultura e ai Grandi Eventi, e ospitata nel Palazzo Platamone di Catania dal 31 gennaio al 20 febbraio 2011. S’intitola “Sant’Aituzza”, come il tenero e familiare appellativo con cui i fedeli si rivolgono alla Patrona, la fanciulla cristiana di nobile famiglia che nel 251 d.C., per sfuggire alle insidie del governatore Quinziano, fu arrestata e torturata: le venne strappato il seno prima di morire in carcere. In mostra trentacinque istantanee di medio formato (50x70) stampate su carta per un effetto molto più naturale. Lunedì 31 gennaio, ore 18, l’inaugurazione alla presenza del sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, dell’assessore comunale alla cultura, Marella Ferrera, e del commendatore Luigi Maina, cultore delle tradizioni agatine.

“Racconto la festa, i devoti, la gente comune – spiega Parrinello, fotoreporter e fotografo di scena per numerosi film – i ragazzini della Civita che con cassette da frutta costruiscono per strada le loro mini-candelore e già a dieci anni imitano i grandi. Li racconto con l’ausilio di obiettivi grandangolari che consentono di tener sempre dentro la foto la scenografia, ovvero i monumenti di Catania. Sono scatti raccolti nell’ultimo decennio e impressi su pellicola in bianco e nero: ho rinunciato volutamente alla plasticità e alla perfezione del digitale che appiattisce l’immagine per avvicinarmi quanto più possibile al reale”.

La mostra è supportata da un piccolo catalogo (Sintesi Editore) con la prefazione di Marella Ferrera e di Salvo Russo, artista e docente di pittura dell’Accademia di Belle Arti e dell’Università di Catania, e con il contributo del commendatore Maina. Sostengono l’iniziativa l’Autorità Portuale di Catania, il periodico Aliante, Strano Light Division, Pianeta Vacanze e Caltabiano & C.

“Sant’Aituzza” è visitabile a Palazzo Platamone tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30, le domeniche dalle 9 alle 13. Nei giorni 3, 4 e 5 febbraio – in occasione della festa della patrona – gli orari saranno 9-24. L’ingresso è gratuito.












Milan Fashion Week: Dolce & Gabbana Men's Fall Winter 2011-2012 e Giuseppe Bicceri Hair Stylist

BURBERRY PRORSUM UOMO FW 2011 / 2012 MFW

Emporio Armani F/W 2011-2012 Fashion Show in Milan Fashion Week (I)

ERMENEGILDO ZEGNA UOMO FW 2011 / 2012 MFW LIVE-D

In attesa di Milano Collezioni Donna Fall/Winter 2011/2012, ci godiamo un po' di moda maschile: direttamnete da Milano Collezioni Uomo...qualche dritta per il nostro uomo!

Cool hunting- KataneStreet- Emo Style??






lunedì 24 gennaio 2011

giovedì 13 gennaio 2011

Evento della settimana

Sabato 15 gennaio, ore 18 presentazione del“ Dietro a una piuma bianca” di Sergio Mangiameli
Piazza del Popolo, Expo di Pedara, Catania.


 Sarà il corto “Per un soffio di vento” del regista Gian Maria Musarra, con la vibrante colonna sonora del violoncello di Giovanni Sollima e la voce narrante di Aldo Leontini, a introdurre sabato 15 gennaio all’Expo di Pedara (Ct) il nuovo romanzo di Sergio Mangiameli dal titolo “Dietro a una piuma bianca” (Puntoacapo Edizioni, 2010). All’incontro, in programma alle 18, interverranno Franco Tassi, direttore storico del Parco Nazionale d’Abruzzo, e Giuseppe Riggio, giornalista e cultore del territorio etneo. Modera il dibattito il giornalista Giuseppe Lazzaro Danzuso.

Ambientato fra i paesaggi innevati del vulcano Etna, dove vive l’autore, e gli spazi sconfinati di una terra del Nord America, “Dietro una piuma bianca” è il racconto dell’amicizia fra lo scrittore e il suo Alaskan Malamute di nome Klu, un cane da slitta con cui ha vissuto per dodici intensi anni e che gli ha trasmesso la lezione fondamentale della vita: non è la natura ad aver bisogno dell’uomo, ma il contrario. Scrive Franco Tassi nella prefazione al volume: “Una storia insolita, fuori del tempo, sospesa nello spazio (…) un lungo viaggio inseguendo il mistero della vita e delle nostre radici. Attraverso Klu, il protagonista ascolta la voce della Terra e ritrova se stesso (…) il suo ruolo in questa vita: cogliere il fascino e l’armonia del bosco, trasmettere le sue emozioni, divulgare il senso di appartenenza alla natura”.

Il mito del lupo, dunque, e della natura selvaggia che lo accompagna, come nel celebre “Zanna Bianca” capolavoro di Jack London, è il filo conduttore del romanzo il cui intreccio narrativo esplora le relazioni familiari, le pieghe della spiritualità, il senso della vita e della morte. “Non possiamo fare a meno di territori dove si ode ancora l’ululato del lupo – scrive ancora Tassi - sono frammenti preziosi di natura autentica, inviolata, perfetta”. Proprio nel Parco Naturale dell’Abruzzo, il più antico d’Italia, negli anni settanta è nata la cosiddetta “Operazione San Francesco” che riuscì a salvare il lupo dall’estinzione. Una testimonianza di cui si farà portavoce lo stesso Tassi nel corso del suo intervento. La presentazione di sabato si conclude con l’anteprima del brano “Ultimo ricordo”, musica e voce di Aldo Leontini, testi di Sergio Mangiameli.









mercoledì 12 gennaio 2011

Bracciali...che passione!!!

Rigidi, morbidi, a catena o morbidi ciondoli, il bracciale conquista la vetta del nuovo anno come accessorio must da mettere in evidenza in tutte le occasioni. Allora che spettate, scegliete quale rispecchia di più il vostro stile!

Roberto Cavalli

Emporio Armani

Emporio Armani

Giorgio Armani

Misis Gioielli

Misis Gioielli

martedì 11 gennaio 2011

Alexa Chung, icon style....tenetela d'occhio!!!

 
 
 
Alexa Chung è a tutti gli effetti la nuova icona di stile made in London. Più volte ritratta da diversi fotografi in servizi delle più rinomate riviste di Moda, la modella inglese e presentatrice  possiede il mix giusto di un po’ di stravaganza della Cina nel Dna del padre e da perfectly english nel suo stile molto streetcool. 
 

 
Modella, giornalista, presentatrice, trendsetter, icona del new style. Alexa si veste come tutte le ragazze che si incontrano nell’East London ma ci aggiunge del suo, un tocco di eleganza: mescola abilmente capi high street (tipo H&M) e vintage con griffe è attualmente tenuta d’occhio da tutte le riviste di moda a livello internazionale e da tutti gli stilisti. E' decisamente lei la ragazza che non passa mai inosservata anche se dichiara di vestirsi in pochi minuti.






I suoi Must? Skinny Jeans di balenciaga, raincoat di Apc, Ray Ban modello Wyfarer, una borsa Chanel e T-shirt vintage. Ed i suoi stilisti preferiti? Marc Jacobs, Philip Lim, Missoni, Charles Anastase, Antipodium, Vanessa Bruno.. Alexa u r very Up2date!