giovedì 13 gennaio 2011

Evento della settimana

Sabato 15 gennaio, ore 18 presentazione del“ Dietro a una piuma bianca” di Sergio Mangiameli
Piazza del Popolo, Expo di Pedara, Catania.


 Sarà il corto “Per un soffio di vento” del regista Gian Maria Musarra, con la vibrante colonna sonora del violoncello di Giovanni Sollima e la voce narrante di Aldo Leontini, a introdurre sabato 15 gennaio all’Expo di Pedara (Ct) il nuovo romanzo di Sergio Mangiameli dal titolo “Dietro a una piuma bianca” (Puntoacapo Edizioni, 2010). All’incontro, in programma alle 18, interverranno Franco Tassi, direttore storico del Parco Nazionale d’Abruzzo, e Giuseppe Riggio, giornalista e cultore del territorio etneo. Modera il dibattito il giornalista Giuseppe Lazzaro Danzuso.

Ambientato fra i paesaggi innevati del vulcano Etna, dove vive l’autore, e gli spazi sconfinati di una terra del Nord America, “Dietro una piuma bianca” è il racconto dell’amicizia fra lo scrittore e il suo Alaskan Malamute di nome Klu, un cane da slitta con cui ha vissuto per dodici intensi anni e che gli ha trasmesso la lezione fondamentale della vita: non è la natura ad aver bisogno dell’uomo, ma il contrario. Scrive Franco Tassi nella prefazione al volume: “Una storia insolita, fuori del tempo, sospesa nello spazio (…) un lungo viaggio inseguendo il mistero della vita e delle nostre radici. Attraverso Klu, il protagonista ascolta la voce della Terra e ritrova se stesso (…) il suo ruolo in questa vita: cogliere il fascino e l’armonia del bosco, trasmettere le sue emozioni, divulgare il senso di appartenenza alla natura”.

Il mito del lupo, dunque, e della natura selvaggia che lo accompagna, come nel celebre “Zanna Bianca” capolavoro di Jack London, è il filo conduttore del romanzo il cui intreccio narrativo esplora le relazioni familiari, le pieghe della spiritualità, il senso della vita e della morte. “Non possiamo fare a meno di territori dove si ode ancora l’ululato del lupo – scrive ancora Tassi - sono frammenti preziosi di natura autentica, inviolata, perfetta”. Proprio nel Parco Naturale dell’Abruzzo, il più antico d’Italia, negli anni settanta è nata la cosiddetta “Operazione San Francesco” che riuscì a salvare il lupo dall’estinzione. Una testimonianza di cui si farà portavoce lo stesso Tassi nel corso del suo intervento. La presentazione di sabato si conclude con l’anteprima del brano “Ultimo ricordo”, musica e voce di Aldo Leontini, testi di Sergio Mangiameli.









Nessun commento:

Posta un commento