mercoledì 29 giugno 2011

Giuseppe Patanè Collezione P/E 2011

Si chiama SCIACCA "CHARME E TRADIZIONI" la nuova collezione donna di GIUSEPPEPATANE'
Tra acqua, vento, terra e sabbia, la collezione racchiude il senso di libertà degli elementi della natura a uno stile sofisticato da città.In una “new age” di abiti, camicine, short, tute e pants reinterpretati.
Il luogo d'ispirazione della collezione si trova sulla costa del canale di Sicilia, tra le foci del fiume Platani e Belice: “SCIACCA” situata a forma di antiteatro sul mare a mezzogiorno della Sicilia. In questo luogo starordinario nasce la donna di Patanè, nomade metropolitana e molto moderna. Inediti codici di stile “extremily romantic” con colli papillon - “allure aristocratica” con borchie traslucide come quelle incastonate nelle lance dei dominatori di Sciacca - “Arabi e Berberi”.Bianco totale per il summer dress in gabardine e popeline di cotone, short coloniali, bluse tagliate in sbieco di jersey su ampi pantaloni palazzo in organza di pura seta, vortici e ancora vortici, spesso infiocchettati simili agli anelli che si formano nelle famose acque termali del monte San Calogero.I tessuti di nuova composizione tecnologica, si mescolano alla pura seta biologica; quest'ultima consente la realizzazione di capi ricchi di sensualità. L'intera collezione è basata su una palette cromatica di vari colori meridiani, dal bianco al military, dal kaki al tabacco, polvere e quarzo rosè.
Per la sera, abili bustier in seta stretch, con dettagli lingerie neutri, abbinati al color carne - abiti e bluse “monospalla/ballon”, su gonne segnate in vita da pinces origami, in malibù satin laminato, si alternano ad out/fit velatamente retrò nei toni abbassisali come il mare di stazzone, un mare pieno di scogli e isenature, ora sabbiose ora rocciose, variabili come il nuovo standard di eleganza della donna di Giuseppe Patanè.
 
 

25


28

34

27

lunedì 27 giugno 2011

La nuova Campagna Adv Fall Winter 2012 Dolce & Gabbana

..Very Cool!

Dolce&Gabbana Winter 2012 Campaign Pictures


The lines of masculinity and femininity are blurring in Winter 2012 as the mix up between genders heats up. The game is on and the Dolce&Gabbana Winter 2012 Campaign Pictures are here.





"La Vespa e Il Cinema", ai Nastri D'argento a Taormina

Si rinnova a Taormina, in occasione della prestigiosa rassegna dei Nastri d'Argento, il binomio tra la Vespa e il cinema, che dagli anni Cinquanta a oggi unisce la "fabbrica dei sogni" e lo scooter più famoso e diffuso del mondo. Nel centro del borgo siciliano, fra gli applausi e l'entusiasmo dei passanti, attori italiani popolarissimi hanno sfilato in sella alla Vespa, icona globale del made in Italy: da Carolina Crescentini che recitò sulla mitica GTS 250 in "Notte Prima degli esami", a Giuseppe Battiston che nel film del 2001 "Un Aldo Qualunque" portava in Vespa Fabio de Luigi e Michele Bottini. Entrambi gli attori, dopo il "fuori programma" di Taormina in sella alla Vespa, hanno poi potuto visitare la mostra "La Vespa e il Cinema" per rivedere le locandine dei propri film. In occasione dei Nastri d'Argento, l'appassionante mostra "La Vespa e Il Cinema" il percorso iconografico che celebra la storia di un connubio, quello tra il cinema e la Vespa, che dura da oltre 60 anni. La Chiesa del Carmine, tempio barocco del 1662, ospiterà la mostra fino al 30 luglio.
Anche Luigi Lo Cascio, famoso attore palermitano e interprete di grandi film come Cento Passi e il recentissimo Noi Credevamo, è intervenuto all'inaugurazione della mostra "la Vespa e il Cinema". Ammirando le locandine dei grandi successi cinematografici ha confessato il suo grande amore per Vespa consolidato durante le riprese di La meglio gioventù, film del 2002 in cui la "mitica due ruote" era protagonista.

Paolo Conticini, Eliana Miglio e Anna Foglietta, altri famosi attori italiani che hanno recitato accanto alla mitica "due ruote", hanno voluto omaggiare la kermesse targata Vespa. Tutti, affascinati dalle locandine storiche e recenti nonché impressionati dal numero dei film in cui Vespa é protagonista, hanno voluto posare per una "foto ricordo" con il cult-movie preferito.

Questa mattina ancora tanti modelli di Vespa erano disponibili per attrici e attori presenti a Taormina: la mitica Vespa S che riprende i canoni estetici tipici degli indimenticabili "Seventies", l'elegante Vespa LX caratterizzata da linee morbide e sinuose, le nostalgiche Vespa LXV e GTV che ripropongono lo stile degli anni Cinquanta e Sessanta, e la Vespa PX dall'estetica inconfondibile, con la possibilità (e il vezzo) di montare la ruota di scorta e, naturalmente, il cambio manuale a quattro marce al manubrio.

Riccardo Scamarcio, a metà mattinata, ha voluto girare per Taormina con Valeria Golino, in sella alla Vespa: indeciso fra le coloratissime Vespa a disposizione, ha scelto la storica della gamma, la intramontabile Vespa PX.

Continua quindi anche a Taormina il rapporto tra Vespa e cinema che nella storia non ha eguali: sono più di duecento i film in cui appare Vespa. Indimenticabile è l'esordio nel celeberrimo Vacanze romane di William Wyler del 1953 con Audrey Hepburn e Gregory Peck. Da quell'apparizione e fino agli anni '70, la lista delle pellicole in cui "si gira in Vespa" è sempre più lunga: dai classici della commedia all'italiana come Poveri ma belli di Dino Risi, Padri e figli di Mario Monicelli, e Vogliamo i colonnelli, ancora di Monicelli, fino al capolavoro felliniano La dolce vita.