lunedì 27 giugno 2011

"La Vespa e Il Cinema", ai Nastri D'argento a Taormina

Si rinnova a Taormina, in occasione della prestigiosa rassegna dei Nastri d'Argento, il binomio tra la Vespa e il cinema, che dagli anni Cinquanta a oggi unisce la "fabbrica dei sogni" e lo scooter più famoso e diffuso del mondo. Nel centro del borgo siciliano, fra gli applausi e l'entusiasmo dei passanti, attori italiani popolarissimi hanno sfilato in sella alla Vespa, icona globale del made in Italy: da Carolina Crescentini che recitò sulla mitica GTS 250 in "Notte Prima degli esami", a Giuseppe Battiston che nel film del 2001 "Un Aldo Qualunque" portava in Vespa Fabio de Luigi e Michele Bottini. Entrambi gli attori, dopo il "fuori programma" di Taormina in sella alla Vespa, hanno poi potuto visitare la mostra "La Vespa e il Cinema" per rivedere le locandine dei propri film. In occasione dei Nastri d'Argento, l'appassionante mostra "La Vespa e Il Cinema" il percorso iconografico che celebra la storia di un connubio, quello tra il cinema e la Vespa, che dura da oltre 60 anni. La Chiesa del Carmine, tempio barocco del 1662, ospiterà la mostra fino al 30 luglio.
Anche Luigi Lo Cascio, famoso attore palermitano e interprete di grandi film come Cento Passi e il recentissimo Noi Credevamo, è intervenuto all'inaugurazione della mostra "la Vespa e il Cinema". Ammirando le locandine dei grandi successi cinematografici ha confessato il suo grande amore per Vespa consolidato durante le riprese di La meglio gioventù, film del 2002 in cui la "mitica due ruote" era protagonista.

Paolo Conticini, Eliana Miglio e Anna Foglietta, altri famosi attori italiani che hanno recitato accanto alla mitica "due ruote", hanno voluto omaggiare la kermesse targata Vespa. Tutti, affascinati dalle locandine storiche e recenti nonché impressionati dal numero dei film in cui Vespa é protagonista, hanno voluto posare per una "foto ricordo" con il cult-movie preferito.

Questa mattina ancora tanti modelli di Vespa erano disponibili per attrici e attori presenti a Taormina: la mitica Vespa S che riprende i canoni estetici tipici degli indimenticabili "Seventies", l'elegante Vespa LX caratterizzata da linee morbide e sinuose, le nostalgiche Vespa LXV e GTV che ripropongono lo stile degli anni Cinquanta e Sessanta, e la Vespa PX dall'estetica inconfondibile, con la possibilità (e il vezzo) di montare la ruota di scorta e, naturalmente, il cambio manuale a quattro marce al manubrio.

Riccardo Scamarcio, a metà mattinata, ha voluto girare per Taormina con Valeria Golino, in sella alla Vespa: indeciso fra le coloratissime Vespa a disposizione, ha scelto la storica della gamma, la intramontabile Vespa PX.

Continua quindi anche a Taormina il rapporto tra Vespa e cinema che nella storia non ha eguali: sono più di duecento i film in cui appare Vespa. Indimenticabile è l'esordio nel celeberrimo Vacanze romane di William Wyler del 1953 con Audrey Hepburn e Gregory Peck. Da quell'apparizione e fino agli anni '70, la lista delle pellicole in cui "si gira in Vespa" è sempre più lunga: dai classici della commedia all'italiana come Poveri ma belli di Dino Risi, Padri e figli di Mario Monicelli, e Vogliamo i colonnelli, ancora di Monicelli, fino al capolavoro felliniano La dolce vita.







Nessun commento:

Posta un commento