martedì 13 dicembre 2011

Idee regalo facendo beneficenza...con stile!


Più che mai quest'anno Regalo fa rima con Beneficenza. Se poi a creare questi meravigliosi gifts per grandi e piccini ci si mettono anche gli stilisti, il regalo stiloso e è garantito

Partiamo dal mitico direttore creativo Alber Elbaz Lanvin e il suo staff hanno stretto una collaborazione con la ONG Dessine L’espoir, un’associazione che da anni si batte nella lotta contro l’HIV, con la creazione di quattro fashion dolls in edizione limitata.
Le bambole, sono dei veri e propri pezzi da collezione e indossano alcuni outfit della nuova linea "Lanvin Petite", dedicata alle più piccine! Ognuna di queste bambole è stata  cucita e ricamata a mano dalle donne dell’associazione "Dessine L’espoir": ovvero tutte le donne sieropositive che, con l’aiuto della ONG, stanno cercando di migliorare la propria vita e rispondere al meglio ai bisogni delle proprie famiglie. 

Dolls Lanvin





Il brand italiano Stefanel, invece, aderisce al grande progetto dell’Unicef “Adotta una Pigotta”, realizzando vestitini per le 500 bambole che saranno disponibili fino al 4 gennaio nei più importanti negozi del gruppo.
La Pigotta è la bambola di pezza realizzata completamente a mano da volontari, centri per anziani e scuole, diventata ormai simbolo dell’Unicef e del progetto che ogni anno consente di salvare la vita di un bambino in un paese in via di sviluppo.L’offerta minima per ogni Pigotta è di 20 euro e la potete trovare anche online.






Le Frimousses de Créateaurs 2011, queste le bamboline da collezione che le maison più famose hanno disegnato e realizzato per sostenere Unicef: il ricavato delle aste sarà utilizzato per vaccinare i bambini del Darfur, regione del Sudan, teatro di duri conflitti di lunghissima data. Agatha Ruiz de la Prada, Gucci, Chloé, Prada, Chanel, Armani, Dior. E poi ancora Dolce & Gabbana, Jean Paul Gaultier, Pucci, Sonia Rykiel, Escada, Miu Miu, Ungaro, ognuno di loro ha donato un piccolo capolavoro per una grande iniziativa benefica.
Il progetto, iniziato nel 2002, coinvolge stilisti del pianeta moda e artisti del mondo dell’arte contemporanea che sono invitati a contribuire ideando una bambola di pezza,, un pezzo unico che poi viene venduto all'asta il 13 dicembre, per raccogliere i fondi necessari a vaccinare quanti più bambini possibili nella regione del Sudan, teatro di un conflitto politico e di pace non ancora raggiunta.
tutte le Info su frimoussedecreateurs.fr 












Nessun commento:

Posta un commento