venerdì 22 maggio 2015

Al MadeinMedi ritorna YKK, leader incontrastato nel segmento delle chiusure a cerniere

 YKK, acronimo di YoshidaKōgyō Kabushiki Kaisha e gruppo leader mondiale degli accessori da chiusura, sarà al MadeinMedi per sostenere la creatività dei giovani talenti dell’Accademia Euromediterranea.

Presente in 71 nazioni con oltre 250 siti commerciali e produttivi, il Gruppo YKK è orgoglioso fornitore dei migliori marchi di moda, di abbigliamento e di forniture tecniche. L’azienda leader incontrastato nel segmento delle chiusure a cerniera, ha così sposato con immediato entusiasmo lo spirito e i valori del MadeinMedi ed è certa di poter contribuire al trionfo dell'evento.



Per l’occasione, infatti, YKK ha messo a disposizione dei fashion designer i suoi prodotti per la realizzazione delle collezioni che sfileranno sulla passerella del palazzo Biscari giorno 13 giugno: ricerca e innovazione, quindi, con cerniere (Zipper), prodotti tessili e plastica (Textile & Plastic).


E la collaborazione tra MadeinMedi e YKK non finisce qui. Nei giorni dell'evento, sarà in esposizione l'installazione COLOR BLOCK for YKK realizzata dai ragazzi dell'Accademia: Blasco Martina, Castello Ambra, Ferruzza Giulia, Fazio Debora, Latella Daniela, Maggio Roberta, Marisca Federisca, Romano Marta, Romeo Federica, Santaera Elisa, Saccà Martina, Torrisi Elisa, Torrisi Roberta, Vitello Giorgia, Alessandrello Martina, Bambara Caterina, Cona Elisa, Gangemi Francesca, Indaco Manuela, Longhitano Fabiola, Mauro Valentina, Benedetta Pellizzeri, Rao Federica, Sapienza Marzia, Sgrò Sofia Noemi.

giovedì 21 maggio 2015

Io ospite d'eccezione di Casa Zalando- Palermo

Si sono conclusi i quattro appuntamenti italiani degli eventi di Casa Zalando, (Milano Torino, Roma) e con l'ultima tappa a Palermo, dove mi ha visto protagonista insieme ad altri due professionisti della moda ( Giancarlo Annino e Valentina Grispo). 

Appassionati, fashioniste, curiosi e turisti in visita nella città palermitana, hanno vissuto due giorni all'insegna dello shopping on line in un pop up store creato appositamente con i canoni della stessa "casa" utilizzata nella pubblicità, dove vede testimonial d'eccezione la bellezza della porta accanto Vanessa Encontrada. 

Nel cuore del centro storico di Palermo, il Palazzo Sambuca ha aperto le porte all'azienda tedesca che ha organizzato un week- end decisamente "confidenzial people": la scelta dell'arredamento, l'idea di poter pranzare o prendere un buon caffè con un delizioso muffin e fare un aperitivo davvero esclusivo nella incantevole terrazza del palazzo settecentesco, tutto rigorosamente bio, ha reso l'atmosfera davvero "friendly" come una giornata "in casa" tra amici. 

Sara e Samira le Pr Manager di Zalando grandi padrone di casa, hanno accolto l'affluenza di pubblico che, anche con i 35 gradi di venerdì e la pioggia di sabato, sono intervenuti  agli appuntamenti clu dedicate allo shopping on line.

Con onore e un pizzico di soddisfazione, ho potuto regalare, consigli utili, su come vestirsi in 4 occasioni differenti, ( mattina lavoro, pomeriggio shopping aperitivo, sera evento mondano e week end con lui) traendo spunto dalle collezioni degli stilisti per questa stagione P/E 2015. 

Micheal Kors, YSL, Versace, Lanvin e Stella Jean, queste le scelte ed ispirazioni per i quattro outfit proposti al mio workshop d'eccezione dedicato appunto allo shopping experience: "Eccco come ti vesto". 

Un grazie speciale ai  miei due alunni Una Pulkstene e Andrea Aloisi, dell'Accademia di moda Harim di Catania che mi hanno aiutato facendomi rispettivamente da modella e da assistente. 

E naturalmente un grazie particolare all'intero staff di Zalando, impeccabili davvero in tutto,
Vi aspettiamo presto a Catania!


































lunedì 18 maggio 2015

Madeinmedi – Mediterranean Design & Fashion Week 2015 ritorna a Catania

 Il Madeinmedi – Mediterranean Design & Fashion Week conferma il suo appuntamento anche quest’anno. Alla sua nona edizione, la macchina organizzativa dell’evento cult “made in Sicily” ha deciso di ritornare a Catania scegliendo la magica atmosfera del palazzo Biscari. L’evento si svolgerà in questo “contenitore” ricco di arte dall’8 al 14 giugno con un fitto calendario di passerelle ed eventi.





Il MadeinMedi 2015 promuoverà un genere in espansione e molto in voga al momento, quello del“Fashion film”: un nuovo modo di fare comunicazione, un mezzo alternativo per catturare ed esprimere la moda. Mini cortometraggi attraverso  i quali raccontare lo spirito e l’identità di un brand o le idee di un giovane designer.Ritorna l’appuntamento con “Multicasting Are You Ready?”, rivolto a quei giovani che aspirano ad entrare nel mondo del fashion, del cinema e dello spettacolo. I giovani partecipanti potranno essere selezionati da note agenzie di moda e da aziende e professionisti operanti nel mondo del fashion. E ancora, mostre artistiche a tema che riguardano le professionalità dell’alta oreficeria e del design.
Meritato spazio naturalmente sarà riservato ai fashion designer già noti ed esordienti del Mediterraneo. Svelare nuovi talenti è, infatti, l’obiettivo principale del Mim. Il via alle sfilate sarà giorno 13 giugno. In una scenografia spettacolare per la sua storia e l’arte che custodisce, in passerella le collezioni degli allievi dell’Harim Accademia Euromediterranea, Sood generation e l’“International Fashion Show” con noti stilisti che presto saranno svelati.
“Ho immaginato di trasferire tutte le attività della settimana in un unico contenitore artistico di fine architettura Barocca, come il Palazzo Biscari - spiega Marco Aloisi, producer del Madeinmedi- Un luogo dove poter presentare in anteprima sfilate, fashion shooting, fashion film, multicasting, fashion performance e jewel exhibition. Uno spazio ideale per promuovere e nel contempo trasferire ai giovani le giuste abilità per costruirsi un futuro nella propria terra”.
FOTO DI VALERIO D'URSO

mercoledì 6 maggio 2015

Marella Ferrera orgoglio siciliano e italiano, Ri- Veste gli Acroliti al EXPO Milano 2015

 La “Sperimentatrice della Moda” Marella Ferrera, incaricata nel 2009 dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna di dare “corpo e anima” ai due Acroliti di Morgantina rientrati dopo lunghe vicissitudini dagli Stati Uniti alla loro sede naturale, è stata chiamata ad Expo 2015 per creare un nuovo allestimento al centro dello spazio espositivo di Piazzetta Sicilia all’interno del Padiglione Italia. La Piazzetta, progettata dall’Arch. Laura Galvano, verrà inaugurata il 5 maggio.



 
Il concept originario della stilista, due troni e due manichini in ferro battuto su cui sono state innestate le parti in marmo tasio e realizzato anche grazie allo studio delle proporzioni delle Dee del Maestro Salvo Russo, resta invariato tranne che nelle “vestimenta”. Colate in carta tessile color rame si fondono al colore dei corpi in ferro battuto quasi ad evocare antichi pepli…
Potenza e fragilità, culti, riti, misteri, mito, storia, immagine e parola ...
Il trionfo della leggerezza: il peso dell’Anima e della luce.
Dee di ieri come quelle di oggi che si raccontano in un mondo di eterna bellezza.
Un’installazione archeologica come contaminazione tra antico e moderno per una migliore comprensione della Storia.
 
 
«Dopo sei anni - racconta la Ferrera - “vestire” nuovamente le Dee di Morgantina per un evento di portata mondiale come l’Expo di Milano è un’esperienza unica; sono molto felice che il mio progetto di installazione sia stato scelto per accogliere gli Acroliti di Morgantina in una vetrina così importante…sono due donne che incarnano l’anima della Sicilia…il più bel dono ricevuto da questa meravigliosa terra ferita…».
 

 
GLI ACROLITI
 
Acrolito è un tipo di statua greca arcaica con testa, mani e piedi di marmo, pietra o avorio e con il resto del corpo, coperto da vesti, in materiale povero proveniente dalle cave. Gli Acroliti, che potrebbero raffigurare Demetra e la figlia Kore, sono stati restituiti al Museo archeologico di Aidone (Enna) dopo una lunga vicenda.
I due pezzi, sottratti dagli scavi a Morgantina, erano finiti sul mercato antiquario e comprati da vari collezionisti privati l'ultimo dei quali a possederli è stato il belgaamericano Maurice Tempelsman, noto fra l’altro per essere stato compagno di Jacqueline Kennedy Onassis, che le ha poi donate all'Università della Virginia. Qui insegnava il professor Malcom Bell che da anni conduceva attività di scavo a Morgantina; proprio Bell ha fatto di tutto affinché gli Acroliti tornassero a casa, a
Morgantina.